LA ESCEPCION - Selectos Finos Edizione Regionale Italia 2011 - DISPONIBILE -


 

DISPONIBILE NEL NS.NEGOZIO DI BOLOGNA:

Questa storica marca cubana nacque negli anni ’50 dell’Ottocento, fondata da una delle figure più leggendarie legate al mondo degli Habanos: Don José Gener y Batet.

Sulla nascita del nome di questo brand circola un simpatico aneddoto, legato alla forte personalità del fondatore. Effettivamente il nome che sarebbe dovuto essere registrato, rispettando correttamente la lingua spagnola, era La Excepción (che significa appunto: l’eccezione, nel senso di cosa fuori dalla norma). Una volta avvenuta la registrazione, facendo notare a Don José la non corretta dizione, pare che lui stesso abbia chiesto di confermare questa formula, aggiungendo semplicemente che a lui il nome suonava bene comunque così! Questa vera e propria svista ortografica è divenuta in questo modo “l’errore” forse più famoso della storia del sigaro cubano. Sebbene sia da sempre considerata la marca sorella di Hoyo de Monterrey, pochi in verità sanno che quest’ultima fu creata a metà circa del 1860, quindi un decennio dopo La Escepción. Non è quindi sbagliato considerare questa marca come la madre, più che la sorella, della celeberrima Hoyo de Monterrery, al punto che anche la famosa “vista” del logo di Hoyo è sicuramente figlia di quella de La Escepciòn.
 
Nel 1931, dopo quasi un secolo di successi, Don José Gener vendette entrambi i brand alla società Fernando Palacios y Cía., con base in Calle Máximo Gómez (prima al numero 7 e poi al famoso 51).
La produzione di sigari La Escepción continuò comunque ininterrottamente per tutto il ‘900, superando indenne la Rivoluzione e ancora negli anni ’70 del secolo scorso si ritrovano ben otto vitolas presenti nel catalogo ufficiale di Cubatabaco.
Solo negli anni ’80 la produzione iniziò a diminuire vistosamente, probabilmente per il carattere troppo forte e potente dei suoi sigari rispetto al gusto in voga all’epoca, sino a cessare totalmente nel 1989.
 
Alcuni dei moduli più famosi de La Escepción furono vitolas di “cepo fino” , come i Longos (una slim panetelas) e i Ninfas. 
Questo è stato il punto di partenza per la creazione dei nuovi Selectos Finos (vitola Parejo: cepo 38 , largo 166 mm.) che Diadema è orgogliosa di presentare in esclusiva mondiale al pubblico italiano, facendo rinascere una storica marca dopo circa 25 anni di ingiusto oblio e riproponendo un formato in cui i cubani, da sempre, sono maestri.
 
Il classico box da 25 nel quale questo sigaro è presentato è frutto di una attenta ricerca filologica: dal “filete” in oro alla “vista” con fondo nero (per differenziarsi da Hoyo, così come in uso negli anni ‘70) nulla è stato lasciato al caso. La stessa “anilla” ha come base di partenza una rara anilla originale della marca degli anni ’60, che contiene tutti gli elementi caratterizzanti l’immagine del brand, del quale questa esclusiva produzione vuole essere un doveroso omaggio.
La produzione totale è di 2.000 scatole numerate.
 


Pagina Precedente